LogoLogo

Comune di Treviso, Provincia di Treviso, Veneto

Capoluogo di provincia, la città è situata a 30 km da Venezia sulle rive del fiume Sile e Botteniga, al centro della fertile pianura veneta fra le Prealpi e la Laguna.
fare clic per ingrandire la mappa
Assai attiva nel tradizionale settore agricolo, e nota per l'operosità dei suoi abitanti, è centro di commercio unico nel suo genere, con una moltitudine di piccole attività agricole e industriali, quali mulini da grano, aree dette "pile" dedicate alla coltivazione di riso, aziende vinicole, pastifici, industrie produttrici di veicoli da trasporto.

Le Regioni Italiane

Follow us on Facebook:

La storia

Sorto come centro eneolitico (età del rame), fu municipio romano col nome di Tarvisium ascritto alla tribù Claudia; fu ducato longobardo, marca carolingia e nell'epoca Comunale membro della Lega Veronese e quindi della Lombarda, e avversario del Barbarossa.

Dall'inizio del XIII secolo in avanti ospitò colti e dotti viandanti e famosi maestri d'arte e una vita politica alquanto tumultuosa essendo caduta nel 1227 sotto gli Ezzelini, e poi, una volta spodestati, contesa dai ghibellini capitanati dal Castelli, e dai guelfi obbedienti al casato veneto dei Da Camino.

Fu poi sottoposta ai Conti di Gorizia, agli Scaligeri e dal 1339 sotto Venezia, e con il trattato di Campoformio nel 1797 fu ceduta da Napoleone all'Austria, finchè fu definitivamente annessa nel 1866 al Regno d'Italia. Da tale data fin agli albori del XX secolo Treviso rinacque a nuova vita, che purtroppo fu interrotta per lo scoppio della prima guerra mondiale, allorchè la città fu coinvolta in rovinosi e tragici eventi bellici, divenendo dopo la ritirata di Caporetto estremo baluardo al nemico, riportando gravi danni all'architettura dei suoi monumenti.

Luoghi d'interesse

  • il centro storico monumentale con la Piazza dei Signori, il Duomo, le mura e le porte cinquecentesche;
  • le chiese romanico-gotiche di San Nicolò e di Santa Maria Maggiore;
  • il romanico Palazzo dei Trecento, costruito in cotto con portico e trasformato nel XVI secolo con la costruzione di una loggia;
  • la romanica Loggia dei Cavalieri risalente ai secoli X-XIII;
  • il Battistero di San Giovanni, in stile romanico con massiccio campanile, conserva all'interno pregevoli affreschi.

In breve

Area: 55 km² -- Altitudine: 15 m s.l.m. -- Popolazione: circa 82mila abitanti -- Densità: 1471 abitanti per km² -- Codice Avviamento Postale: 31100 -- Prefisso telefonico: 0422 -- Santo Patrono: San Liberale celebrato il 27 aprile -- Frazioni e Località: Canizzano, Monigo, San Paolo, Santa Bona, San Pelajo, Santa Maria del Rovere, Selvana, Fiera, Sant'Antonino, San Lazzaro, Sant'Angelo, San Giuseppe -- Coordinate Gps: 45°65'08"N 12°43'53"E

Link suggeriti

Strutture ricettive