LogoLogo

Alba Adriatica, Provincia di Teramo, Abruzzo

The beachQuest'amena località balneare nella Val Vibrata accoglie d'estate tra i 30mila e i 50mila, attratti dalle ampie spiagge sabbiose, dalle piste ciclabili e di pattinaggio lunghe oltre 15 km e dall'incantevole vita notturna. Poiché è stata parte del comune di Tortoreto fino al 1956, i due centri hanno avuto uno sviluppo comune.

In breve

Altitudine: 5m s.l.m. -- Distanza da Teramo: 37 km
Popolazione: circa 9500 abitanti
Codice Postale: 64011
Prefisso Telefonico: 0861
COME ARRIVARE: autostrada: A14 da Pescara, Ancona, Bologna, Milano
A24 da Roma, L'Aquila
- autobus, treni: da Teramo, Pescara, Ancona
- strada: Statale Adriatica SS16 Giulianova - Ascoli, Statale da Teramo

La storia

Anticamente, la zona oggi occupata dal centro abitato di Alba Adriatica era una palude difficilmente abitabile, formatasi, lungo i secoli, dal ritirarsi del mare che, un tempo, giungeva fino ai piedi delle colline. Ed è proprio sulle colline che sorgevano i principali borghi abitati. La loro presenza è stata testimoniata dai numerosi reperti archeologici ritrovati duranti lavori di costruzione. Ager Praetutianus, Hardianus, Palmensis, Castrum Truentinum, Castrum Novum, Alba Picena, Suino e Servio sono i nomi delle cittadine dei Piceni che nel corso delle invasioni barbariche furono completamente rase al suolo.

Lungo le coste i Romani crearono moltissimi "navali", cioè piccoli porti che servivano per usi militari più che per la pesca e che talvolta potevano essere utilizzati per rifornire navi da carico. Uno di questi Navali potrebbe trovarsi nell'attuale territorio di Alba Adriatica, ubicato nei pressi dell'incrocio fra Via Mazzini e Via Roma. Solo nel 1500 compaiono le prime costruzioni sulla costa: si tratta di torri che avevano lo scopo di difendere la zona dagli sbarchi di Turchi e Saraceni.

Una svolta importante per il territorio si ebbe nel 1863 quando fu inaugurata la piccola stazione ferroviaria TORTORETO - NERETO - CONTROGUERRA: sorsero numerosi centri abitati e l'interno cominciò ad avere interesse per quella costa adriatica, rimasta abbandonata per secoli. Le prime costruzioni di una certa importanza stilistica sorsero però non prima del 1900: Villa Flajani, Villa Tonelli, Villa Ranalli, Villa Ricci e Villa Crescenzi.

I viali Vittoria e Margherita furono aperti tra il 1920 e il 1930. L'unica strada importante era l'attuale Via Roma. Fino al 1956 il lungomare era soltanto una stradina bianca e dissestata.

Altre Province dell'Abruzzo

The beach

Luoghi d'interesse

  • Torre di avvistamento del secolo XVI
  • Villa Moscarini, nell'entroterra

Eventi

  • 24 e 25 Aprile: Festa for San Vincenzo Ferreri, una delle feste più antiche che si tiene nella contrada chiamata Casasanta, con giochi e sport, rappresentazioni, gare di ciclismo, lotteria, fiera agricola "Lu Casò" e raduno di trattori antichi, quindi banda e fuochi d'artificio.
  • 31 Luglio - 18 Agosto: Carnevale d'estate

arrowHotel e Ristoranti