LogoLogo

Comune di Giulianova, Provincia di Teramo, Abruzzo

Giulianova è una florida cittadina turistica, commerciale e peschereccia sul Mar Adriatico, nei pressi della foce del fiume Tordino, luogo ideale di villeggiatura grazie all'ambiente accogliente e ad una delle più belle spiagge della costa adriatica.

L'attuale territorio di Giulianova, che prese tale nome solo all'inizio del '900, comprende Giulianova Alta, centro storico del secolo XIV, sulla sommità della collina, e Giulianova Lido sorta in riva al mare e sviluppatasi a partire dall'inizio del secolo XX nella zona della Stazione Ferroviara e del Porto Peschereccio.

In breve

Area: 27,33 km² -- Altitudine: 68 m s.l.m. -- Popolazione: circa 23mila abitanti -- Densità: 840 abitanti per km² -- Codice Avviamento Postale: 64021 -- Prefisso telefonico: 085 -- Santo Patrono: San Flaviano celebrato il 22 aprile, Maria Santissima dello Splendore celebrata il 24 novembre -- Frazioni e Località: Case di Trento, Colleranesco, Villa Pozzoni, Villa Volpe

Luoghi d'interesse

    View
  • Chiesa di San Flaviano, di origine medievale, con importanti opere moderne degli scultori Francesco Coccia e Venanzo Crocetti.
  • Pinacoteca Civica Vincenzo Bindi, ricca collezione di pittori napoletani del XIX secolo, sita in Corso Garibaldi, si sviluppa in sei sale all'ultimo piano del Palazzo Bindi, ove si trova anche la Biblioteca.
  • Santuario della Madonna dello Splendore, dedicato alla Madonna che, secondo la tradizione, apparve ad un contadino di nome Bertolino il 22 Aprile 1557, proprio nel luogo in cui sorge l'edificio; annesso il Museo d'Arte dello Splendore.
  • Chiesa di Santa Maria del Mare, a Giulianova Lido, costruita anteriormente al XII secolo in stile romanico, presenta nella facciata un bellissimo portale duecentesco con capitelli decorati a gigli e con diciotto quadretti di ispirazione cristiana.
  • Torrione "Il Bianco", il più grande dei resti delle antiche mura che cingevano l'antica Giulia. Prossima sede del museo archeologico che raccoglierà i reperti rinvenuti dalla romana Castrum Novum.
  • Chiesa di Sant'Antonio, edificata nel 1560 circa, con interno in stile barocco, ospitava i Frati Minori Francescani che vivevano nel vicino convento fuori le mura.
  • Casa Maria Immacolata, costruita nel secolo XVI come sede del Monastero dei Frati Cappuccini, è circondata da un bellissimo parco, nel quale si trova un'antica cisterna. Nel 1811 fu acquistata dal noto medico e chimico Vincenzo Comi che lo utilizzò come propria dimora aggiungendovi una fabbrica di cremor tartaro e, successivamente, una conceria.
  • Cappella De Bartolomei, in piazza della Libertà, questa cappella gentilizia apparteneva all'importante famiglia De Bartolomei. Edificata nel 1876, conserva bassorilievi e sculture del Pagliaccetti.
  • Sala Raffaello Pagliaccetti, in piazza della Libertà, ospita alcune importanti opere dello scultore Pagliaccetti, nato a Giulianova nel 1839 ed ivi deceduto nel 1900, esponente di spicco del verismo fiorentino. La Sala ospita anche opere in gesso del suo allievo Ulderico Ulizio.
  • Monumento a Vittorio Emanuele II, una grandiosa opera in bronzo di Pagliaccetti, in ricordo della visita del primo Re d'Italia alla città nell'ottobre 1860.
  • Casa Vincenzo Cermignani, in Via Piave, ospita le opere ed i disegni del pittore Vincenzo Cermignani, nato a Giulianova nel 1902 ed ivi deceduto nel 1971 dopo aver trascorso gran parte della sua vita come esule politico in Francia.
  • Casa Gaetano Braga, in Corso Garibaldi, oggi Centro di Documentazione Musicale, è la casa natale del "Re del violoncello" dell'Ottocento, Gaetano Braga.

Altre Province dell'Abruzzo

La storia

Giulianova era un'antica colonia romana sorta nel 290 a.C. alla foce del fiume Tordino con il nome di Castrum Novum. Presto diventò un importante porto mercantile-militare e un nodo stradale fondamentale verso le città adriatiche del Sud e verso l'interno, quali Ascoli Piceno e Roma. Nel 1001, secondo la leggenda, vennero traslate a Castrum Novum le spoglie di San Flaviano, Vescovo di Costantinopoli e da allora il nucleo urbano prese il nome di Castel San Flaviano.

Tra il XI ed il XIII secolo, la cittadina medievale, per motivi di sicurezza, si sviluppò verso la collina. Castel San Flaviano passò agli Acquaviva che ne fecero la loro residenza principale fino alla distruzione della cittadina, avvenuta nel 1460 in una grande battaglia tra Federico da Montefeltro e Alessandro Sforza da una parte, e Giacomo Piccinino e la popolazione locale dall'altra. Dieci anni dopo il duca Giuliantonio Acquaviva, invece di ricostruire il centro distrutto, fondò una nuova città che chiamò Giulia (dal suo nome) sulla collina adiacente. Il nuovo borgo aveva forma quadrangolare, era circondato da altissime mura e da 7 torri da difesa che rimasero in piedi fino al 1860. Solo una è giunta ai giorni nostri.

Nel 1798 fu occupata dall'armata francese; in seguito alla caduta di Napoleone Giulia fece parte del Regno Borbonico delle Due Sicilie fino all'Unità d'Italia. Intorno al 1870-1880 un incremento demografico ed economico e la presenza della ferrovia inaugurata nel 1863 portò gli abitanti a uscire fuori dalle mura e ad espandersi sul litorale.

Strutture ricettive in Giulianova

Eventi

  • 21-22 Aprile, Festa della Madonna dello Splendore, in ricordo dell'apparizione della Vergine Maria ad un umile contadino. La Festa richiama migliaia di persone nel giorno della Corsa al galoppo di Cavalli con fantino, che attraversa il Centro Storico il 21 Aprile. Si tratta di una rievocazione dell'antica corsa dei Berberi.
  • Luglio, Festa del mare, spettacoli, musica e cibo in abbondanza
  • 7-11 Agosto, Festival dei Saltimbanchi
  • 8-14 Agosto, Festa della Madonna del Portosalvo, Al Lido la festa popolare di più lunga tradizione, è dedicata alla Madonna del Portosalvo protettrice dei marinai e dei pescatori. Nella giornata di chiusura si svolge una suggestiva processione in mare.
  • Estate concerti musicali di artisti di fama nazionale ed internazionale nel parco "Chico Mendez" e al Kursal, bellissimo palazzo in stile liberty sul lungomare.

Link suggeriti