LogoLogo

Silvi Marina, Provincia di Teramo, Abruzzo

Silvi Marina Silvi Marina, pochi chilometri a nord di Pescara, è una delle più famose stazioni balneari d'Abruzzo, con le sue tipiche ville tardo ottocentesche e di inizio Novecento, ed è anche rinomata per la produzione di liquirizia. Il territorio di Silvi è costituito dai due centri di Silvi Paese o Silvi Alta, e Silvi Marina, sul litorale. Grazie ad una delle spiagge più belle dell'Adriatico, alla ricchezza di alberghi, pensioni e case in affitto stagionale, la cittadina si riempie di turisti in estate.

Le Regioni Italiane

Follow us on Facebook:

La storia

Vi sono due ipotesi circa l'origine del nome Silvi; alcuni studiosi fanno derivare questo nome da un tempietto dedicato a Silvano, dio italico protettore delle greggi e dei pastori; altri invece dal latino Silva, per indicare un luogo ricco di boschi. Nel suo territorio sono state rinvenute tracce di un insediamento romano. Al tempo di Roma, la storia di Silvi segue le vicende della vicina città di Atri, sempre fedele alla Capitale dell'Impero. Dopo le guerre sannitiche i Romani pensarono bene di fortificare il litorale adriatico scegliendo la collina di Silvi quale sentinella naturale sul mare

19th century building Fra il XIII e XIV secolo per affrontare i frequenti sbarchi di turchi e pirati, si pensò ad un sistema di difesa basato su segnali diurni e notturni attraverso l'accensione di fuochi e fumate. Nel XIV secolo Il borgo medievale, Castrum Silvi, divenne feudo dell'abbazia di S. Giovanni in Venere, per poi passare sotto la giurisdizione della nota famiglia degli Acquaviva, duchi di Atri. A quel tempo Silvi Marina era un piccolo, povero porticciolo di pescatori: la gente viveva in misere baracche e si dedicava esclusivamente alla pesca, che allora offriva una varietà eccezionale di prodotti. Silvi rimarrà feudo di Atri fino all'arrivo di Napoleone che nel 1806 abolì il feudalesimo.

Con l'Unità d'Italia Silvi ottiene il suo primo sindaco. Nel 1863 la costruzione della stazione ferroviaria, favorirà lo sviluppo della "Marina " di Silvi che a poco a poco cambiò aspetto, grazie soprattutto ai primi investimenti nel settore turistico. Nel 1931 la sede comunale passò da Silvi Paese a Silvi Marina, che nel giro di pochi anni si trasformò in un importante centro balneare, centro amministrativo di tutto il territorio, dalla costa alle colline circostanti.

Silvi Alta

Luoghi d'interesse

  • Silvi Paese, borgo medievale arroccato su un colle a m. 250 sul livello del mare, un tempo presidio di difesa contro i Mori, offre una vista spettacolare sull'intero Adriatico Centrale, spaziando dalle sponde iugoslave alla costa dal Monte Conero e alle Isole Tremiti.
  • Chiesa di San Salvatore, in Silvi Paese, è dell'anno 1252, mentre la data di costruzione è ipotizzabile attorno all'anno 1000. Torre di Cerrano
  • Torre di Cerrano - Antico porto di Atri e Silvi Il porto nacque quando Atri abbandonò il porto sul Vomano, a causa del progressivo inoltrarsi in mare del delta del fiume. I lavori per la costruzione del Porto iniziarono nel 1256.

Altre Province dell'Abruzzo


In breve

Silvi Marina Altitudine: 5 m a.s.l -- Distanza da Teramo: 47 km
Popolazione: ca. 13600 abitanti
Codice postale: 64028
Prefisso telefonico: 085
COME ARRIVARE: autostrada: A14 uscita Pineto; - strada: S.S. 16 Adriatica

Eventi

  • Maggio-Giugno: "Lu cencialone". In ricordo di una leggenda nata, forse, da una delle tante scorrerie dei musulmani, si narra che questi, sbarcati nel porticciolo di Cerrano, l'antico porto di Silvi e di Atri, dopo aver saccheggiato ogni cosa, s'incamminarono verso la collina. Venne dato l'allarme dalle campane del paese che chiamarono alla difesa tutta la popolazione. Prima che i barbari giungessero alle porte del borgo, un giovane coraggioso, con una grande torcia accesa, uscì dalle mura e li affrontò sulla strada. Il bagliore ingannò gli invasori i quali pensarono di trovarsi di fronte ad una moltitudine di gente; pur di non perdere il proprio bottino rinunciarono all'impresa e fuggirono. Da allora il miracolo viene ricordato con la celebrazione della festa del "Ciancialone".

Hotel, Ristoranti